giu 10

Uilcom Catania chiede chiarimenti al Ministero

wpid-img_58190608325114.jpegLa Uilcom di Catania con il suo segretario Giovanni Nicotra ha chiesto al Ministero chiarimenti in merito all’applicazione del Decreto Sviluppo, che ha introdotto misure per limitare la delocalizzazione dell’attività svolte dai call-center. Nonostante il decreto, il fenomeno continua e le parti sociali hanno recentemente portato a conoscenza delle istituzioni la disapplicazione delle norme, presentando denuncia alla Procura.
“Ora – afferma Nicotra – attendiamo con fiducia gli sviluppi della situazione, dopo l’incontro al ministero dello Sviluppo economico del 27 maggio. Registriamo, intanto, grande adesione allo sciopero nazionale di settore del 4 giugno. Ribadiamo, comunque, l’idea che sia sterile organizzare cortei e dibattiti, se il giorno dopo ci si dimentica ciò che significa delocalizzare: i lavoratori chiedono a gran voce rispetto delle regole e tutela del posto di lavoro, ma sia chiaro come allo stato attuale pure i cittadini siano gravemente minacciati dal trasloco all’estero dei call-center che rende pericolosamente incerto il trattamento dei dati sensibili”.